I VANTAGGI DELLO SPORT ALL'ARIA APERTA - Intervista al dott. Antonello Cuccuru

padel, sport, sport aria aperta -

I VANTAGGI DELLO SPORT ALL'ARIA APERTA - Intervista al dott. Antonello Cuccuru

  • Quali sono i vantaggi di passare più tempo all’aria aperta?

Stare all’aria aperta ogni giorno, possibilmente circondati dal verde, aiuta a ritrovare la concentrazione perduta ed aumenta la creatività in quanto riduce le sollecitazioni a carico della corteccia pre – frontale, ovvero di quell’area del cervello che è coinvolta nel multitasking, nel pensiero critico e nella risoluzione dei problemi. La luce naturale, soprattutto quella del mattino, aiuta a regolare il ciclo del sonno migliorandone la qualità.

  • In che modo lo sport all’aria aperta apporta benefici al nostro organismo?

L’esposizione alla luce del sole favorisce la produzione di Vitamina D che è fondamentale per la salute delle ossa, per l’assorbimento di minerali come fosforo e calcio, per la produzione di cellule del sangue e per il corretto funzionamento del sistema immunitario.

  • Svolgere attività fisica all’aria aperta, influisce anche sul nostro benessere psicologico?

Trascorrere del tempo all’aria aperta immersi nel verde di un di un parco aumenta il livello di serotonina presente nel corpo e calma la mente perché diminuisce l’attività della corteccia pre – frontale, dalla quale dipendono le funzioni esecutive, come l’organizzazione, la pianificazione ed il ragionamento e la capacità decisionale ed è anche coinvolta anche nella formazione di pensieri ripetitivi focalizzati su emozioni negative.

  • L’attività fisica all’aperto può aumentare le nostre difese immunitarie?
Si, perché aumenta la quantità dei globuli bianchi, che sono le cellule coinvolte nella risposta immunitaria del nostro organismo contro le minacce interne ed esterne. Il sistema immunitario funziona meglio se viene regolarmente sollecitato, cosa che non avviene se di passa troppo tempo al chiuso.
  • E’ vero che La luce del sole e l’aria fresca contribuiscono a regolare il ciclo del sonno

Si, perché a luce solare induce un aumento della produzione di serotonina che è a sua volta un precursore della melatonina la quale è necessaria per regolare il ciclo sonno – veglia, ecco perché l’assenza di luce o il buio spesso incide sulla salute.

  • Quali attività sono più indicate per gli over 50?

Gli over 50 dovrebbero fare attività fisica di moderata intensità tra i 150 e i 300 minuti settimanali o tra i 75 e i 150 se vigorosa o combinazioni equivalenti di attività fisica moderata e vigorosa. Sono sempre suggeriti, peralmeno 2 giorni a settimana, esercizi per rafforzare i muscoli. È inoltre raccomandato di svolgere, almeno 3 giorni a settimana, un’attività fisica che combini attività aerobica, rafforzamento muscolare e allenamento dell’equilibrio per aumentare la capacità funzionale.

  • Come incide l'attività all’aperto sull'ossigenazione dei muscoli

Lo sport all'aria aperta, grazie ad un apporto di ossigeno maggiore rispetto alle attività al chiuso, migliora il processo di ossigenazione dei muscoli incrementandone la forza e le prestazioni favorendo migliori performance sportive.
Respirare all’aria aperta consente un apporto di ossigeno maggiore, con impatto positivo anche sulla performance sportiva

  • E’ vero che lo sport all’aperto induce un maggior consumo di calorie e grassi?

Si, questo è possibile perché i movimenti che facciamo in un luogo chiuso spesso possono risultare monotoni e ripetitivi, in quanto eseguiti in un contesto per molti aspetti asettico e perfetto. Le “imperfezioni” della natura, invece, come un percorso con dei dislivelli, ostacoli e i cambiamenti di temperatura sottopongono il nostro organismo a delle continue sollecitazioni e quello che ne consegue è un maggior dispendio energetico con un aumentato consumo di grassi e calorie che si traduce in un miglioramento della propria forma fisica.

  • L’attività fisica all’aperto, può ridurre il rischio di infarto e in che misura?
Il movimento fisico e le attività aerobiche migliorano la funzione cardiovascolare dilatando i vasi sanguigni e fluidificando il sangue, inoltre favorisce l’eliminazione dei radicali liberi, evitando la formazione della placca e delle malattie cardiovascolari e riducendo del 35% la probabilità di sviluppare l’ipertensione arteriosa

 

  • Lo sport all’aperto, contribuisce a prevenire le malattie virali

Contrariamente a quanto si pensa, allenarsi all’aperto può essere la scelta migliore anche per prevenire le più banali malattie, come il raffreddore o l’influenza. L’attività outdoor infatti permette di respirare a pieni polmoni evitando la trasmissione di batteri. L’allenamento all’aria aperta assicura una grande protezione da numerose malattie e patologie riducendo il rischio di contrarre malattie come l’influenza in quanto gli ambienti chiusi sono molto spesso dei perfetti incubatori per i virus e i batteri.

Cuccuru Dr. Antonello
Medico dello sport
3/A, Via Casu Pietro - 07100 Sassari (SS)